Gruppo Adolescenti

Durante ogni incontro adolescenti si svolgono diverse e originali attività riguardanti temi attuali che ci coinvolgono e, per questo, sono molto interessanti. Per esempio guardiamo dei brevi filmati per poi passare a riflessioni in gruppi; si tengono momenti di intrattenimento che sono, per noi, attimi di svago. Inoltre, grazie agli adolescenti, abbiamo la possibilità di partecipare a campiscuola o saf e altre esperienze dove il divertimento è assicurato! Noi ragazzi, a partire dai 2005, siamo tutti chiamati a essere presenti agli incontri che ci regalano momenti piacevoli e di preziosi insegnamenti. In questo modo possiamo avvicinarci al Signore, trascorrendo del tempo con i nostri amici.

Vi aspettiamo in tanti il venerdì alle 20.45 presso le opere parrocchiali di Domegliara!

Image
Image

Meeting Adolescenti... Ti cerco, mi trovi!

Il Meeting degli adolescenti è uno degli appuntamenti storici della Diocesi di Verona. È il più grande raduno di adolescenti e giovani provenienti da tutta la provincia e da alcune parrocchie del Lago Bresciano. Nato in origine come momento di ritrovo dopo le esperienze e i campi estivi, è divenuto col passare degli anni anche l'evento che inaugura e lancia il nuovo anno pastorale. È una grande festa, unica nel suo genere, fuori dagli schemi e dalle consuetudini, dall'ordinario. Insomma una festa… a modo nostro! Ma è soprattutto un’occasione importante per i ragazzi che, assieme ai loro animatori, ai sacerdoti, ai religiosi e alle religiose, possono fare esperienza di una Chiesa giovane e viva, che si riunisce per celebrare Gesù Cristo nell'Eucaristia.

Nel corso della giornata si alternano provocazioni animate, musica live, riflessioni e momenti di catechesi. Immancabile la presenza degli N-joy, il gruppo di animazione che da anni ci accompagna in quest’avventura.

Come Unità Pastorale di Domegliara e Sant’Ambrogio abbiamo partecipato con i nostri 40 ragazzi insieme alle altre parrocchie della Valpolicella formando un gruppo di circa 300 adolescenti… un numero straordinario! Il meeting di quest’anno aveva l’intento di provocare i ragazzi sul tema della ricerca di Dio Padre. Attraverso una rappresentazione teatrale abbiamo conosciuto due giovani nostri coetanei che si scoprono fratelli e che hanno come desiderio comune la ricerca del proprio padre. Dopo numerose vicende e incontri importanti, che li rendono sempre più desiderosi di questo incontro, giungono a un punto in cui i loro sforzi sembrano inutili e la loro speranza svanisce. Però, quando ormai tutto sembra perduto, durante un concorso a cui partecipano, scoprono che il regista è il loro padre. Trovano un padre amorevole, che non ha mai smesso di cercarli e amarli. Un padre che, nonostante la lontananza, non ha mai smesso, con i suoi sforzi, di riportarli a sé, di trovarli. Un padre che ha sempre creduto nei suoi figli, sebbene questi avessero perso la speranza di trovarlo. Così è Dio un Padre che ama ognuno di noi come un figlio prediletto!

C'è ancora spazio per noi giovani?

È ancora possibile credere per noi giovani? Che senso ha per i nostri adolescenti conoscere Gesù?

Sono semplici domande che si sentono spesso e che sono tanto vere quanto drammatiche, soprattutto per me giovane prete di 26 anni che mi ritengo fare parte della categoria giovanile. Vi dico “Sì, è possibile!” anche se non è semplice, infatti i nostri ragazzi sono molto attenti a quello che si dice loro e anche come ci comportiamo noi “più grandi” cogliendo immediatamente la bellezza. Questa loro attenzione ci chiede due impegni: il primo, di saper raccontare loro chi è Gesù per noi preti, animatori, parrocchiani… è solo un ideale? Una filosofia? O è una persona, il Figlio di Dio Padre che ci ama infinitamente? Il secondo impegno è di testimoniare la nostra fede in Gesù anche con il nostro modo di vivere.

In questo orizzonte con gli animatori abbiamo pensato che i gruppi adolescenti di 1°, 2° e 3° superiore proseguiranno in cammino iniziato gli anni scorsi con l’attenzione che sia un tempo in cui fare esperienza della bellezza della fede e di conoscenza di Gesù; è un cammino intenso ed esplicito perché il nostro primo strumento è il Vangelo. Sappiamo che l’adolescenza è il tempo delle contraddizioni ma anche delle emozioni, passioni ma è anche il tempo in cui si vive lo stupore dell’amore; ecco perché è importante annunciare il Vangelo, per rimanere stupiti da Dio che è Amore.

Abbiamo in cantiere e inizieremo a metà novembre il nuovo percorso con i 17/18enni, non saranno i “soliti” incontri adolescenti… niente a che vedere! Bisognerà uscire allo scoperto e non aver paura di raccontarsi o anche solo esprimere le proprie convinzioni o dubbi. Ci incontreremo il venerdì per un tempo un po' più rilassato con la cena e il tempo dell’incontro. È un percorso tutto nuovo, è un’occasione per prendere in mano la propria fede (magari un po' impolverata) e farla diventare fondamento della nostra vita, perché in fondo conoscere e sperimentare che Dio è Padre tocca qualche angolo nascosto del nostro cuore.

Per i giovani dai 18 anni in su ci sono gli incontri “Why not me? (Perché non me?) saranno 6 appuntamenti per leggere la propria vita alla luce della Parola e riconoscersi destinatari di quella chiamata alla pienezza di Vita che il Signore rivolge a ciascuno.

Come da tradizione ci saranno gli incontri chierichetti, il percorso della terza media post-cresima, il campo invernale adolescenti a Roma dal 27 al 30 dicembre, il ritiro della cresima ad Assisi dal 2 al 4 gennaio 2020… Insomma direi che, smentendo il titolo, lo spazio e le attività per noi ragazzi sono abbondanti; tutto questo senza aver preso in considerazione l’estate! Non resta che iniziare!

don Francesco Facchinetti

Image