Gruppo Giovani

Image

Assisi 2020

Il 21 febbraio con un gruppetto di 17/18enni, una decina in totale, compresi il nostro don Francesco e la nostra animatrice Chiara, siamo andati ad Assisi per vivere tre giorni di esperienza con i frati francescani: il nome del corso era “Tu sei il sogno di Dio” e in effetti il nome è stato più che azzeccato. Per un’età come la nostra, in cui molti di noi si preparano a fare scelte importanti per la vita, come l’università, gli spunti forniti dai frati sono stati più che ottimi per affrontare le nostre decisioni illuminati dalla luce di Dio. Il corso prevedeva momenti di ascolto delle catechesi, momenti per parlare insieme di tematiche importanti e delicate per molti di noi, ma non sono mai mancati momenti di divertimento: un aspetto che mi ha sorpreso e lasciato a bocca aperta è stato vedere come i frati, benché si siano dedicati ad una vita semplice e apparentemente fatta solo di sacrifici e rinunce, si sono comportati da veri protagonisti alle nostre serate, animandole con canti, balli e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo visitato i luoghi più importanti di Assisi, come la Basilica di San Francesco e la Porziuncola, sempre accompagnati dalla presenza dei frati che ci hanno aiutato a conoscere alcuni pezzi della storia del grande santo. Ancora oggi a distanza di due mesi porto nel cuore questa esperienza che mi ha permesso di prendermi una pausa dal mondo per dedicarmi interamente a me stesso e alle persone che mi hanno accompagnato: ho capito che tutto stava andando per il verso giusto dal momento che non sentivo nemmeno il bisogno di usare il cellulare e collegarmi con il mondo, come se quello che avevo in quella realtà mi bastasse a rendermi felice e pieno di vita. Quella bellissima esperienza in quella realtà che è così diversa da quella viviamo ogni giorno la definisco come un “piccolo pezzo di paradiso” in mezzo a quella che è la frenesia della mia vita quotidiana. Concludo con una frase che ci hanno detto i frati per concludere l’esperienza: “Il sogno di Dio sei tu. Quando Dio pensa, pensa a te, alla tua vita piena, bella, realizzata, in Lui. Sai perché Dio ti ha creato? Perché senza di te non si può fare.” La sfida adesso è portare questa esperienza nella quotidianità, ricordandosi ogni giorno che ognuno di noi ai Suoi occhi è prezioso e necessario.